19153
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-19153,theme-stockholm,qode-social-login-1.1.3,qode-restaurant-1.1.1,stockholm-core-2.2.0,woocommerce-no-js,select-theme-ver-7.9,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,qode-single-product-thumbs-below,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

Joy for children è un’associazione di promozione sociale giovanissima e molto motivata grazie ai soci e ai volontari che hanno sposato appieno le sue cause. Le nostre attività si concentrano al confine turco-siriano dove sono stati attivati in poco tempo diversi progetti a favore dei profughi giunti dalla vicina Siria. Le missioni di Joy possono essere condivise attraverso l’esperienza del Viaggio Solidale a cui tutti possono partecipare (per informazioni scrivi a info@joyforchildren.it per ricevere la brochure con date e costi per i prossimi viaggi).

Nella sezione News i racconti di alcune missioni

E’ possibile chiedere informazioni per divenire volontari e lavorare con noi.

 

 

I progetti di Joy

 

Una zona a noi molto cara è il confine turco-siriano, dove da oltre 7 anni vivono migliaia di rifugiati sfuggiti agli orrori della guerra in Siria. Qui moltissimi sono i bambini e i disabili, un dramma senza fine di cui ci occupiamo da tempo. Condividendo appieno i dati e le considerazioni dell’UNHCR, riteniamo che per questa popolazione sia urgente un sostegno morale e culturale oltre che materiale. E’ un popolo che da troppo tempo vive nella dimenticanza e nella passività, senza alcuna prospettiva. E’ per noi importante quindi lavorare su progetti a lungo termine che gettino le basi per il futuro dei bambini e dei giovani ai quali rivolgiamo le nostre attenzioni.

Grazie alla collaborazione con Salaheddini Eyyubi, associazione turco-siriana con sede a Kilis, abbiamo adottato un asilo che ospita 60 bambini di cui molti orfani di un genitore. Con le donazioni raccolte abbiamo già potuto migliorare i locali dell’asilo facendo aprire delle grandi finestre e installare un impianto di condizionamento e di riscaldamento. Abbiamo acquistato un pc e un proiettore per l’intrattenimento dei bambini. E’ stata attrezzata una piccola ludoteca e verrà presto allestita una lavagna LIM a supporto delle attività didattiche delle maestre che, a loro volta, ricevono un sussidio per l’attività svolta con i bambini.

Altro progetto è il supporto ai bambini e i ragazzi che necessitano di assistenza domiciliare perchè affetti da disabilità o che necessitano di  protesi di vario tipo. La presenza dei disabili tra la popolazione dei rifugiati siriani é tristemente alta a causa del fatto che sono ammessi i rapporti tra consanguinei anche di 1^ grado. Nei nostri incontri con le famiglie indigenti di Kilis troppo spesso ci imbattiamo in situazioni sconcertanti di bambini affetti da disabilità anche gravi che vivono in evidente stato di solitudine all’interno delle loro stesse case, privi di qualsiasi sostegno e calore umano. E’ stato per noi essenziale quindi iniziare un percorso terapeutico a favore di questi bambini totalmente dimenticati.

Abbiamo avviato un programma di istruzione e riabilitazione a domicilio per i disabili gravi fornendo loro un insegnante che si reca a casa più volte alla settimana (vedi progetto “ADOTTA UNA MAESTRA”)

Sosteniamo una casa con feriti e malati gravi che attendono di essere operati o semplicemente visitati fornendo loro attrezzature che migliorano la loro qualità della vita e occupandoci dei bambini che stazionano lì in attesa di cure. Il progetto lo abbiamo intitolato “La casa della speranza”, trovate qui tutti i dettagli.

 

Progetto “EnJOY ENGLISH

Non c’è libertà senza istruzione.
Il passato dei bambini rifugiati a Kilis è stato cancellato da una guerra scellerata e interminabile che li emargina al confine turco-siriano.
Joy for Children APS è al loro fianco da tre anni e ora, insieme al sostegno materiale, vuole offrire a questi fanciulli uno strumento più efficace per volgere lo sguardo verso un orizzonte più ampio.
Imparare la lingua inglese darà loro l’opportunità di potersi relazionare direttamente con noi che li supportiamo nella crescita, ma soprattutto con il mondo esterno.
Con una donazione minima di 30 euro mensili si “adotterà” simbolicamente un bambino che potrà frequentare le lezioni create ad hoc per un piccolo gruppo di alunni affinchè l’apprendimento della lingua straniera sia più facile.

Nella quota di adozione sono compresi i costi di trasporto per raggiungere la sede delle lezioni, il materiale didattico e il compenso per l’insegnante, un giovane siriano – anch’egli rifugiato – laureato in letteratura inglese.
Monitoreremo insieme i progressi dei bambini attraverso video-collegamenti e chi vorrà potrà incontrarli in occasione delle periodiche missioni a Kilis.
Il progetto è già attivo da ottobre 2020 e da dicembre, causa Covid-19, siamo riusciti ad attivarlo in modalità DAD! Un traguardo eccezionale se pensate in che luogo stiamo lavorando! Abbiamo fatto di tutto perché gran parte dei bambini che avevano iniziato la scuola in presenza potessero continuare a distanza con il nostro insegnante Alì in collegamento da Gaziantep. Dalla metà di marzo per fortuna si dovrebbe iniziare nuovamente in presenza e con il recupero scolastico di chi non ha potuto seguire collegato da casa.

Cerchiamo quindi madrine e padrini che vogliano impegnarsi con Joy perchè i piccoli profughi possano stringere sempre più forte tra le mani la loro vita, il loro futuro!

Infine portiamo calore ai bimbi e alle famiglie consegnando buoni spesa da usare nei supermercati di Kilis per generi alimentari, ultima operazione “#iorestoacasaconJoy“.

Noi siamo Joy e iniziamo da qui.