21663
blog,theme-stockholm,qode-social-login-1.1.3,qode-restaurant-1.1.1,stockholm-core-2.2.0,woocommerce-no-js,select-theme-ver-9.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,qode-single-product-thumbs-below,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive

Un progetto tira l’altro!

L’autunno è arrivato anche a Kilis e i nostri bambini hanno ripreso le lezioni nelle rispettive classi turche. Ogni giorno gli studenti tornano a casa alle 16.30 e, dopo una veloce merenda, fanno i compiti oppure aiutano nei lavori domestici o nelle campagne. Molti di loro, infatti, seguono i genitori nella raccolta degli ortaggi e delle olive, come Rayan, che, durante una lezione di inglese, mostra ai compagni, quasi con orgoglio, le mani annerite dalle melanzane raccolte con la mamma.

READ MORE

Ricominciamo da Sham!

Vi abbiamo già raccontato la storia di Sham, la piccola siriana di 6 anni rifugiata a Kilis, orfana di mamma, affetta da una grave malformazione che le impedisce di camminare e la rende sempre più fragile.

Bene, in soli tre mesi (!) Joy for Children ha attivato il progetto di cura per Sham che, dopo essere stata visitata a maggio dal Dott. Silvio Boero, chirurgo ortopedico dell’Ospedale Gaslini, potrà a breve partire per l’Italia per essere operata a Genova!

READ MORE

LA MISSIONE DI MAGGIO 2022 E LE TANTE NOVITÀ

Si è appena conclusa una nuova missione al confine turco-siriano. Pur essendo stati frequentemente a Kilis, ogni viaggio tra i rifugiati siriani è un tesoro di  esperienze ed emozioni nuove e devastanti.  Questa volta abbiamo portato con noi un medico italiano, primario di ortopedia pediatrica all’ospedale Gaslini di Genova, dove ha lavorato per quarant’anni.

READ MORE

CANCELLIAMO IL MALE CON IL BENE

Da pochissimi giorni si è conclusa la missione straordinaria “Cammino con Joy” che ha permesso a cinque bambini siriani malati (nelle foto Duaa, Rajab, Rim, Abeer; Rama è stata dimessa prima), di essere operati. I piccoli sono stati dimessi dall’ospedale di Reyhanli e hanno potuto fare ritorno nelle loro case, seppur fasciati e doloranti.

Un infermiere sta già provvedendo alla sostituzione delle bende e alla pulizia delle ferite per le prossime settimane, fino alla completa guarigione, e da Kilis già ci giungono le immagini dei bambini sereni benché  sofferenti, i loro sorrisi sono rilassati e gioiosi pur nella difficile convalescenza. La loro sopportazione del dolore e delle tribolazioni che stanno vivendo ci ricordano quanto sia importante il rispetto della dignità.

READ MORE

Operazione “MANI AL CIELO”

“Mani al cielo” è un’operazione straordinaria nell’ambito del progetto “Cammino con Joy” con cui Joy for Children, grazie al nostro amico dott. Nabil recentemente scomparso che lo aveva avviato, permetterà a 5 bambini affetti da sindattilia e una bambina con una grave infezione alle dita dei piedi a causa di una bomba al fosforo scoppiata durante il conflitto siriano, di avere una vita più normale.

READ MORE

Cosa possiamo fare? [Cammino con Joy]

Alle porte del nostro Paese si è scatenato l’inferno e le immagini che rimbalzano ovunque richiamano tristemente alla memoria gli orrori che hanno devastato il mondo in tempi remoti e quelli che purtroppo sono ancora in atto, ma che non fanno più notizia.

READ MORE

LA MISSIONE DI FEBBRAIO 2022

La prima missione di Joy for Children del 2022 si conclude dopo cinque giorni di lavoro intenso e produttivo a favore dei nostri bambini rifugiati. Siamo partiti in otto dall’Italia, carichi di energie ed emozioni riversate poi nelle attività svolte senza sosta nella cittadina di Kilis. Tra le visite alle famiglie siriane, la consegna di buoni spesa, sacchi di carbone e abiti pesanti, di coperte, materassi e tappeti, di giocattoli e materiale scolastico, siamo riusciti a gettare le basi per nuovi e ambiziosi progetti. 

READ MORE

CAMMINO CON JOY

Esistono un Prima e un Dopo.Prima c’erano una bambina e il suo papà rimasti soli dopo l’abbandono della mamma, in una stanzetta buia, malinconica, avvolta dal fumo delle sigarette di un uomo rassegnato a vedere l’unica figlia diventare ogni giorno più debole e deforme.

READ MORE